La città della gioia

Leggi tutto: La città della gioia

La Repubblica 26 febbraio 2017

Si è diradata subito la nebbia a Milano: appena papa Francesco ha fatto ingresso in città fermandosi tra la gente di un quartiere popolare di periferia, tutti hanno capito che sarebbe stata una giornata solare, una giornata in cui non solo la diocesi ambrosiana, ma tutti gli abitanti di una metropoli multiculturale e multireligiosa avrebbero accolto come dono e impegno quell’invito inaugurale: “Lasciamoci restaurare dalla misericordia di Dio!”.

Continua la lettura

È l’arma migliore

Leggi tutto: È l’arma migliore

Osservatore Romano
21 marzo 2017

La preghiera è fonte di energia, di forza, scende in profondità, scava dentro, ed è l’arma migliore che abbiamo per affrontare la vita, le tentazioni, le prove. Non può esserci vita cristiana senza preghiera! Attenzione, però, a non fare della preghiera una forza magica: essa resta sempre un dono gratuito che ci fa lo Spirito santo.

Continua la lettura

Con occhio cristiano

Leggi tutto: Con occhio cristiano

Osservatore Romano
15 marzo 2017

In questi quattro anni di pontificato papa Francesco nel suo insegnamento, dalle meditazioni quotidiane a S. Marta alle diverse forme di esortazione alla chiesa universale, fa riferimento al “discernimento”, al “discernere”, indicandolo come l’operazione più urgente nella vita della chiesa, che dovrebbe essere conosciuta ed esperita sia dal singolo fedele battezzato sia dalla comunità cristiana nel suo insieme, dal popolo di Dio.

Continua la lettura

Sacro e bellezza

Leggi tutto: Sacro e bellezza

Avvenire 26 febbraio 2017

I “non-luoghi” sono quegli spazi dell’anonimato ogni giorno più numerosi e frequentati da individui simili ma soli. Il “non-luogo” è il contrario di una dimora, di un’abitazione: è l’esatto opposto del locus nel senso proprio del termine. Per questo, i “non-luoghi” rappresentano l’impossibilità di ogni relazione, di ogni incontro vero perché il non-luogo è il non-abitabile.

Continua la lettura

La dignità del fine vita

Leggi tutto: La dignità del fine vita

La Repubblica 21 febbraio 2017

Quando Samuel Huntington teorizzò lo “scontro di civiltà”, su queste colonne osai preconizzare che nel nostro paese non ci sarebbe stato questo scontro, ma che avremmo vissuto invece uno scontro di etiche: fino a qualche decennio fa, infatti, l’etica cristiana cattolica era in larga parte ispiratrice anche dell’etica laica, ma nell’epoca del pluralismo sono apparse nella nostra società etiche diverse. Così in questi anni assistiamo a un confronto aspro, segnato da ideologie e privo di quella serenità che sarebbe auspicabile per compiere un cammino di umanizzazione condiviso da appartenenti e non appartenenti a religioni diverse.

Continua la lettura