La celebrazione eucaristica: una lettura mistagogica

La celebrazione eucaristica: una lettura mistagogica

18 - 21 Maggio 2015

(Salva su calendario)

Italia

EMANUELE BORSOTTI, monaco di Bose.
La celebrazione eucaristica è come un edificio che invita l’assemblea liturgica ad entrare: è uno spazio-tempo da abitare, da frequentare, da vivere. La chiesa, soggetto integrale dell’azione liturgica, è chiamata ad accostarsi alla mensa della Parola e del pane, entrando così “per mezzo dei segni sensibili” (SC 7) nei misteri di Cristo.

Il corso ripercorrerà in forma sintetica l’itinerario della celebrazione eucaristica nella quale la comunità radunata celebra, per ritus et preces (SC 48), il memoriale di tutta la vita del Figlio, dalla sua vita presso il Padre prima che il mondo fosse, sino alla sua gloriosa venuta alla fine dei tempi. Si evidenzierà in tal modo la verità della mutua implicazione fra chiesa ed eucaristia, secondo il noto adagio: la chiesa fa l’eucaristia e l’eucaristia fa la chiesa, nella partecipazione “al pane e al calice della sintesi” (Ireneo di Lione).

Per approfondire:

Entrare nei misteri di Cristo



Studium    |    Monastero di Bose