La nuova ecclesiologia del concilio Vaticano II

La nuova ecclesiologia del concilio Vaticano II

25 - 28 Aprile 2017

(Salva su calendario)

Italia

prof. Severino Dianich
presbitero della diocesi di Pisa, già docente di Ecclesiologia presso la Facoltà dell’Italia Centrale (Firenze)

PROGRAMMA

Se la chiesa voluta dal Signore è sempre la stessa, l’esperienza vissuta di epoca in epoca appare in continuo cambiamento. Sarà utile, quindi, vedere quali fossero le idee portanti, sulla base delle quali il cattolico comune pensava alla chiesa prima del concilio, per misurare il valore e la carica di futuro che il concilio ha introdotto nella nostra coscienza ecclesiale. In particolare si cercherà di cogliere le molte virtualità contenute nell’idea che la chiesa sia simile a un sacramento, che il soggetto chiesa sia tutto il popolo di Dio, che pastori e laici siano soggetti con funzioni diverse ma ambedue parte dell’unico popolo di Dio, che la vocazione alla santità coinvolga tutti i credenti, senza distinzioni. Infine, sarà importante vedere come dalla base della Lumen gentium derivino il decreto sull’ecumenismo e le dichiarazioni sul rapporto con le altre religioni e sulla libertà religiosa, la costituzione Gaudium et spes.


Lo Studium del Monastero di Bose organizza ogni anno alcuni corsi di studio per i novizi e le novizie aperti anche agli ospiti, riguardanti le discipline bibliche, teologiche e umanistiche.
Le lezioni sono dal lunedì al giovedì pomeriggio dalle 15,30 alle 18,00.

Per iscrizioni:
Tel: (+39) 015 679 185
dal lunedì al sabato eccetto sabato sera
con i seguenti orari:

dalle 10.00 alle 12.00;

dalle 14.30 alle 16.30;

dalle 20.00 alle 21.00.

Per informazioni:
ospiti@monasterodibose.it



Studium    |    Monastero di Bose