Preghiera per il tempo di avvento: martedì


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/monast59/public_html/templates/yoo_moustache/styles/bose-home/layouts/article.php on line 44

15 dicembre 2020

MARTIROLOGIO

INTRODUZIONE

Signore, apri le mie labbra
e la mia bocca canterà la tua lode
Dio, fa’ attento il mio orecchio
perché ascolti la tua parola.

Stillate, cieli, dall’alto
le nubi facciano piovere la giustizia
si apra la terra, fiorisca la salvezza
e insieme germogli la giustizia.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito santo
com’era nel principio, ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

INNO

Vieni presto, Salvatore
tu il riposo d’Israele
stella attesa del mattino
sorgi e scendi a noi dall’alto.

Guarda a tutto il nostro errare
e al tormento di chi soffre
salva l’uomo che ti invoca
crea la pace sulla terra.

Il tuo volto nella storia
trasfiguri il nostro pianto
nel dolore del creato
che sospira redenzione.

Ogni lingua già proclama
nella Fonte d’ogni amore
che tu sei Signore eterno
per la gloria di Dio Padre.

SALMO

SALMO  80

2 Ascolta, Pastore di Israele
tu che guidi Giuseppe come un gregge!
3 tu che siedi sui cherubini, risplendi
davanti a Efraim, Beniamino, Manasse,
risveglia presto la tua potenza
e vieni a portarci la salvezza.

4 Dio, fa’ che ritorniamo
fa’ risplendere il tuo volto: saremo salvi!

5 Fino a quando, Signore, Dio dell’universo
sarai adirato contro la preghiera del tuo popolo?
6 tu ci nutri con pane di lacrime
ci disseti con lacrime abbondanti
7 ci metti in litigio con i nostri vicini
i nostri nemici si beffano di noi.

8 Dio dell’universo, fa’ che ritorniamo
fa’ risplendere il tuo volto: saremo salvi!

9 Hai sradicato una vite dall’Egitto
l’hai trapiantata scacciando le genti
10 hai preparato il terreno per lei
si è radicata e ha riempito la terra.

11 La sua ombra copriva le montagne
i suoi tralci i cedri più alti
12 stendeva i suoi viticci fino al mare
i suoi polloni in direzione del grande fiume.

13 Perché hai aperto brecce nella sua cinta?
la vendemmiano i passanti della strada
14 la devasta il cinghiale del bosco
vi pascolano le bestie dei campi.

15 Dio dell’universo, ritorna
[fa’ risplendere il tuo volto: saremo salvi!]

Guarda dai cieli e vedi!
16 visita questa vigna e proteggila
il germoglio che la tua destra ha piantato
il figlio che hai reso forte per te,
17 quanti l’hanno recisa e bruciata
periranno alla minaccia del tuo volto.

18 La tua mano sia sull’uomo della tua destra
il figlio dell’uomo che per te hai reso forte
19 mai più ci allontaneremo da te
facci rivivere e invocheremo il tuo Nome.

20 Signore, Dio dell’universo, fa’ che ritorniamo
fa’ risplendere il tuo volto: saremo salvi!

VANGELO DEL GIORNO

Dal Vangelo secondo Matteo - Mt 24,45-51 (Lezionario di Bose)

In quel tempo Gesùdisse ai suoi discepoli: «45Chi è dunque il servo fidato e prudente, che il padrone ha messo a capo dei suoi domestici per dare loro il cibo a tempo debito? 46Beato quel servo che il padrone, arrivando, troverà ad agire così! 47Davvero io vi dico: lo metterà a capo di tutti i suoi beni. 48Ma se quel servo malvagio dicesse in cuor suo: «Il mio padrone tarda», 49e cominciasse a percuotere i suoi compagni e a mangiare e a bere con gli ubriaconi, 50il padrone di quel servo arriverà un giorno in cui non se l'aspetta e a un'ora che non sa, 51lo punirà severamente e gli infliggerà la sorte che meritano gli ipocriti: là sarà pianto e stridore di denti.

Se vuoi leggi il commento a questo vangelo scritto da un fratello o una sorella di Bose

CONTEMPLAZIONE

℟. Venga il tuo regno, Signore!

Dio della misericordia,
che sei presente in mezzo a noi,
accogli la nostra preghiera per la pace del mondo
e per la salvezza di tutta l’umanità. ℟.

Signore dell’universo,
ricordati della tua chiesa sparsa su tutta la terra,
benedici il popolo cristiano,
accordagli in ogni luogo la tua protezione. ℟.

Pastore buono,
veglia su quelli di noi che vivono lontano,
ovunque si trovino, si ricordino di te
e possano comunicare con noi nell’azione di grazie. ℟.

Dio della pace,
fa’ regnare la pace tra le genti,
dirigi verso tuo Figlio gli sguardi di tutti i popoli
e dona il tuo Spirito a coloro che li governano. ℟.

Dio di ogni consolazione,
fortifica la fiducia dei malati e dei vecchi,
non abbandonare chi si è allontanato da te,
dona speranza ai disperati e consola chi è nella prova. ℟.

Esprimi nel segreto una tua invocazione.

PREGHIERA

Signore nostro Dio,
che realizzi sempre le tue promesse,
concedici di vivere in questo mondo
nella sobrietà, nella giustizia e nell’amore
attendendo la venuta del Signore nostro Gesù Cristo:
egli ci prenderà con sé nel suo regno eterno,
benedetto ora e nei secoli dei secoli.

– Amen.

PADRE NOSTRO

BENEDIZIONE

Benediciamo il Signore
– rendiamo grazie a Dio.

Il Signore ravvivi il dono che è in voi
e vi conceda uno spirito di forza, amore, sapienza.
– Amen.