Ferie maggiori di Avvento: 18 dicembre


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/monast59/public_html/templates/yoo_moustache/styles/bose-home/layouts/article.php on line 44

960dfb5365e59e4ca3f8789cabee894f.jpg

18 dicembre 2020

MARTIROLOGIO

INTRODUZIONE

Signore, apri le mie labbra
e la mia bocca canterà la tua lode
Dio, fa’ attento il mio orecchio
perché ascolti la tua parola.

Benedetto il Signore Dio, il Dio di Israele
egli solo compie meraviglie
benedetto per sempre il suo Nome di gloria
tutta la terra sia piena della sua gloria.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito santo
com’era nel principio, ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

O ADONAI

O Adonai,
et dux domus Israël,
qui Moysi in igne flammae rubi apparuisti,
et ei in Sina legem dedisti:
veni ad redimendum nos in brachio extento.

O Adonai,
Pastore del popolo di Israele
tu che sei apparso a Mosè nel roveto ardente
e sul Sinai hai dato la Legge
vieni a riscattarci con braccio disteso.

SALMO

SALMO 95 (94) Se ascoltaste oggi la sua voce!

Ant. Beati coloro che ascoltano
e osservano la parola di Dio. Lc 11,28

Venite, esultiamo per il Signore
acclamiamo alla roccia che ci salva
andiamo al suo volto con inni di grazie
acclamiamolo con musica e canti.

Sì, un grande Dio è il Signore
Re grande su tutti gli dèi:
nella sua mano gli abissi della terra
sono sue le vette dei monti
suo è il mare, egli lo ha fatto
sua è la terra plasmata dalle sue mani.

Venite, inchiniamoci, adoriamo
in ginocchio davanti al Signore che ci ha fatti:
sì, è lui il nostro Dio
e noi siamo il popolo del suo pascolo
le pecore guidate dalla sua mano.
Oh, se ascoltaste oggi la sua voce!

«Non indurite il vostro cuore come a Meriba
come nel giorno di Massa nel deserto,
dove i vostri padri mi misero alla prova
mi tentarono pur vedendo la mia azione.

«Quella generazione mi disgustò per quarant’anni
e dissi: Sono un popolo dal cuore traviato
non vogliono conoscere le mie vie,
perciò ho giurato nel mio furore:
non entreranno nel mio riposo!».

VANGELO DEL GIORNO

Dal Vangelo secondo Matteo - Mt 1,18-24 (Lezionario di Bose)

18Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. 19Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. 20Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; 21ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».
22Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta:

23Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio:
a lui sarà dato il nome di Emmanuele,

che significa Dio con noi. 24Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l'angelo del Signore e prese con sé la sua sposa

Se vuoi leggi il commento a questo vangelo fatto da un fratello o una sorella di Bose

CONTEMPLAZIONE

Nel tuo amore, Signore, ricordati di noi
– vieni a visitarci con la tua salvezza.

Signore, tu hai rivelato a Giuseppe
il mistero nascosto dai secoli eterni:
fa’ che riconosciamo Gesù
quale figlio dell’uomo e Figlio di Dio.

Signore, per fede Giuseppe
ha riconosciuto il figlio di Maria
come figlio generato dalla potenza dello Spirito santo:
fa’ che accogliamo con semplicità questo mistero.

Signore, tu hai chiesto a Giuseppe, uomo giusto,
di dare il nome «Gesù» all’Emmanuele:
fa’ che confessiamo il Salvatore
come Dio-con-noi.

Signore, tu hai compiuto attraverso il padre di Gesù
la promessa fatta a David, tuo servo:
fa’ che riconosciamo l’unità
della prima e della nuova alleanza.

Signore, tu hai fatto spuntare un germoglio dal ceppo di Iesse,
hai fatto nascere un virgulto dalle sue radici:
fa’ che si compiano pienamente
le tue promesse a Israele.

ORAZIONE

Dio nostro,
tu hai voluto che tuo Figlio
fosse chiamato figlio di Giuseppe
per adempiere le promesse fatte alla stirpe di David:
come hai rivelato al falegname di Nazaret,
giusto, povero e umile, il mistero della salvezza,
concedi anche a noi di accogliere con fede
il mistero della tua incarnazione in Cristo Gesù.
Esaudiscici, Dio benedetto ora e nei secoli dei secoli.
– Amen.

PADRE NOSTRO

BENEDIZIONE

Benediciamo il Signore
– rendiamo grazie a Dio.

Il Padre, dal quale procede ogni paternità
in cielo e sulla terra,
vi conceda di essere rafforzati con potenza dal suo Spirito.
– Amen.


Musica e testi:
Ecco il Signore viene, Edizioni Qiqajon
Salterio di Bose, Edizioni Qiqajon 
La preghiera dei giorni, Edizioni Qiqajon