Tempo di Natale: Venerdì


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/monast59/public_html/templates/yoo_moustache/styles/bose-home/layouts/article.php on line 44

8 gennaio

MARTIROLOGIO

Tracciandosi il segno della croce

INTRODUZIONE

Signore, apri le mie labbra
e la mia bocca canterà la tua lode
Dio, fa’ attento il mio orecchio
perché ascolti la tua parola.

Non un inviato e neppure un angelo
ma il Signore stesso ci ha salvati
ci ha riscattati con amore e compassione
ci ha liberati e portati alla sua presenza.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito santo
com’era nel principio, ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

INNO

La luce splende nella notte
risplenda il Cristo su di noi
sapienza doni ai nostri cuori
il senso insegni a noi del tempo.

È questo il tempo in cui la terra
ha dato il frutto tanto atteso
ci ha benedetto il nostro Dio
il Volto santo ci ha mostrato.

E quando gli occhi avranno visto
la luce apparsa per le genti
Signore, lascia che il tuo servo
in pace chiuda il lungo giorno.

Se morte viene, sia sorella
speranza certa è il Risorto
in seno al Padre è vita nuova
nel santo Spirito d’amore.

SALMO 132

salmo 132, Rochester Cathedral Choir

Ricordati, Signore, di David
di tutte le sue sottomissioni
2 del giuramento fatto al Signore
del suo voto al Potente di Giacobbe:

3 «Non entrerò nella tenda in cui abito
non salirò sul letto del mio riposo
4 non concederò il sonno ai miei occhi
né l’assopimento alle mie palpebre,
5 finché non trovi un luogo al Signore
una dimora al Potente di Giacobbe».

6 Abbiamo saputo che [l’arca] era in Efrata
l’abbiamo trovata nei campi di Jaar
7 entreremo nel luogo della sua dimora
ci inchineremo allo sgabello dei suoi piedi.

8 Sorgi, Signore, verso il luogo del tuo riposo
tu e l’arca della tua forza!
9 i tuoi sacerdoti si rivestano di giustizia
i tuoi fedeli esultino di gioia,
10 per amore di David, tuo servo
non respingere il volto del tuo Messia.

11 Il Signore ha giurato a David
e mai smentirà la sua parola:
«Io metterò sul tuo trono
un uomo frutto delle tue viscere.

12 «Se i tuoi figli osserveranno la mia alleanza
e i precetti che ho loro insegnato
i loro figli di generazione in generazione
sederanno per sempre sul tuo trono».

13 Sì, il Signore ha eletto Sion
l’ha voluta come sua dimora:
14 «Questo è il mio luogo di riposo per sempre
vi abiterò perché l’ho desiderato.

15 «Benedirò, benedirò i suoi raccolti
sazierò di pane i suoi poveri
16 vestirò di salvezza i suoi sacerdoti
i suoi fedeli esulteranno, esulteranno.

17 «Là farò germogliare una forza per David
preparerò una lampada per il mio Messia
18 ricoprirò di vergogna i suoi nemici
ma su di lui risplenderà la corona».

VANGELO DEL GIORNO

Dal Vangelo secondo Matteo - Mt 2,19-23 (Lezionario di Bose)

19Morto Erode, ecco, un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe in Egitto 20e gli disse: «Àlzati, prendi con te il bambino e sua madre e va' nella terra d'Israele; sono morti infatti quelli che cercavano di uccidere il bambino». 21Egli si alzò, prese il bambino e sua madre ed entrò nella terra d'Israele. 22Ma, quando venne a sapere che nella Giudea regnava Archelao al posto di suo padre Erode, ebbe paura di andarvi. Avvertito poi in sogno, si ritirò nella regione della Galilea 23e andò ad abitare in una città chiamata Nàzaret, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo dei profeti: «Sarà chiamato Nazareno»

Fai una breve pausa di silenzio

Se vuoi leggi il commento a questo vangelo scritto da un fratello o una sorella di Bose

CONTEMPLAZIONE

℟. Lode e gloria a te!

O Cristo, Sapienza di Dio,
sei lodato nella santa assemblea,
sei la Parola uscita dalla bocca del Padre. ℟.

O Cristo, Sapienza di Dio,
il tuo trono è alla destra del Padre,
ma sei presente tra tutte le genti della terra. ℟.

O Cristo, Sapienza di Dio,
hai fissato la tua tenda in Israele,
ti sei stabilito in mezzo al tuo popolo santo. ℟.

O Cristo, Sapienza di Dio,
per te ha testimoniato la Legge di Mosè,
di te hanno parlato tutti i profeti. ℟.

O Cristo, Sapienza di Dio,
fin dal principio sei stato generato,
sei la Parola che rimane in eterno. ℟.

Esprimi nel segreto una tua invocazione.

PRGHIERA

Preghiamo:

Padre di eterna gloria,
nella pienezza dei tempi
la tua Parola si è fatta carne
e ha posto la sua tenda tra di noi:
illuminaci con il tuo Spirito santo,
affinché possiamo contemplare la sua gloria,
gloria del Figlio unigenito,
pieno di grazia e di verità,
benedetto ora e nei secoli dei secoli.
– Amen.

PADRE NOSTRO

BENEDIZIONE

Benediciamo il Signore
– rendiamo grazie a Dio.

Il Signore ci consoli in ogni nostra tribolazione,
affinché possiamo anche noi consolare
chi si trova nella prova.
– Amen