Meglio ateo che ipocrita

Leggi tutto: Meglio ateo che ipocrita

La Repubblica 3 gennaio 2018

Alcune espressioni forti di papa Francesco nell’udienza generale di ieri hanno suscitato un audace paragone tra “cristiani ipocriti” e “atei”. In realtà il papa ha insistito soprattutto sull’incoerenza di quanti “vanno in chiesa … e poi vivono odiando gli altri”. È per loro che sarebbe “meglio non andare in chiesa: vivi così, come fossi ateo!”.

Continua la lettura

L'impossibile che solo a Natale può realizzarsi

Leggi tutto: L'impossibile che solo a Natale può realizzarsi

La Stampa 24 dicembre 2018

È la Pasqua e non il Natale la festa centrale della fede cristiana. Eppure è il Natale che, in Italia come in tutti i paesi di antica cristianità, ha assunto una dimensione di festa di tutti e per tutti. È il Natale che ancora oggi, quando il cristianesimo si fa sempre più minoranza, continua a caratterizzare anche culturalmente gli ultimi giorni dell’anno civile. Persino l’ormai onnipresente dimensione ludica e commerciale non può ignorare l’evento all’origine di quell’atmosfera unica e introvabile in altre stagioni: la nascita di Gesù a Betlemme più di duemila anni fa.

Continua la lettura

Gioie e afflizioni

Leggi tutto: Gioie e afflizioni

La Repubblica 22 dicembre 2018

“Natale ci dona la certezza che nessun peccato sarà mai più grande della misericordia di Dio!”. È questa la nota di fondo che pervade il discorso di papa Francesco alla Curia in occasione dei tradizionali auguri natalizi. Questo non significa, né ha mai significato per papa Bergoglio, tacere i mali e i peccati o sorvolarli per giungere subito all’oasi rappacificante della misericordia divina. Al contrario, a volte il papa è stato criticato per la sua insistenza, ritenuta eccessiva, verso le malattie proprie degli uomini religiosi, del clero e dei vescovi. Ma l’intento pastorale profondo che anche in questa occasione anima le parole forti di Francesco contro le “piaghe” della chiesa è quello di purificare un corpo composto da molte membra, con ruoli, responsabilità e funzioni diverse, ma anche con fragilità, patologie, perversioni che affliggono l’intera compagine.

Continua la lettura

Lettera del Patriarca ecumenico Bartholomeos al fondatore del monastero di Bose in occasione del  50.mo anniversario della comunità monastica

Leggi tutto: Lettera del Patriarca ecumenico Bartholomeos al fondatore del monastero di Bose in occasione...

Al Reverendo fr. Enzo Bianchi, Fondatore della Comunità di Bose, nostro amato nel Signore: grazia e pace a voi da Dio.

In occasione del cinquantesimo anniversario dall’inizio della Comunità monastica di Bose, vorremmo trasmettere le nostre personali congratulazioni, di tutto cuore, e i migliori auguri, nostri personali e del Patriarcato Ecumenico nel suo insieme. Rendiamo grazie a nostro Signore buono e amante per il meraviglioso lavoro e ministero che avete intrapreso, senza distinzione di persona, al servizio dell’umanità.

Continua la lettura

Le tre nascite di Gesù

Leggi tutto: Le tre nascite di Gesù

Avvenire 17 dicembre 2018
di ENZO BIANCHI

La festa di Natale si avvicina e molti cristiani si apprestano a celebrarla, preparando anche i festeggiamenti che essa tradizionalmente richiede. In questa lunga vigilia che ormai è sempre più anticipata, e di conseguenza prolungata, per ragioni commerciali, non certo "spirituali"

Continua la lettura