Olivier Clément: un visionario per gli uomini del sottosuolo


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/monast59/public_html/templates/yoo_moustache/styles/bose-home/layouts/article.php on line 44

L’amicizia che mi legava a Clément risale alla fine degli anni sessanta, quando feci tradurre in italiano i suoi Dialoghi con Athenagoras: avendo avuto il privilegio di conoscere personalmente il patriarca di Costantinopoli, ero rimasto colpito dell’intelligenza spirituale con cui Clément aveva saputo trasmetterne il pensiero e il carisma. Quest’uomo, nato e cresciuto in un ambiente ateo, aveva davvero trovato nei tesori della chiesa antica trasmessi dall’ortodossia una luce interiore ancor più intensa di quella dei meriggi del suo amato Midi. Era una luce, quella della risurrezione, che Clément sapeva cogliere e tradurre in speranza anche nelle situazioni più difficili, anche per le persone che giacevano nelle tenebre, protagonisti di “memorie dal sottosuolo” chiamate a diventare testimonianze della grandezza e della dignità di ogni essere umano.