2010: un destino comune


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/monast59/public_html/templates/yoo_moustache/styles/bose-home/layouts/article.php on line 44

 

Certo, anche la testimonianza che i cristiani danno come comunità di credenti è determinante per la autentica comprensione della qualità dell’attesa dei cristiani. Come pensare che sia santificato il nome del Padre se noi lo offuschiamo con il nostro comportamento; come invocare “venga il tuo Regno” se non lasciamo che Cristo regni su di noi e tra di noi; con che sfrontatezza chiediamo il pane quotidiano se lo neghiamo a chi lo attende dalla nostra mano; come confidare nel perdono dei nostri peccati se chiudiamo il cuore al fratello?

Ai miei occhi la chiesa oggi è sempre più divisa, o per una contrapposizione battagliera di alcune minoranze loquacissime, o per una lontananza sempre più profonda, silenziosa, sommersa di componenti ecclesiali che fanno il loro cammino senza tener conto della chiesa stessa. È una situazione che mi fa soffrire e che non avrei pensato di dover constatare nella mia anzianità, dopo decenni di speranze in una comunione vera, visibile, vissuta in nome dello Spirito santo che aveva alitato nella chiesa con l’evento del concilio.

Quest’anno l’attesa è allora quella di una chiesa sempre rinnovata nella fedeltà al suo Signore, una chiesa in cui la ricerca della comunione piena e visibile sia perseguita come il “segno” grande del comandamento nuovo dell’amore, una chiesa dove le diversità siano compaginate in unità dalla carità, dove la proclamazione della verità avvenga con parresia e senza arroganza, con l’umiltà di chi è consapevole di rendere un servizio ai propri fratelli in nome dell’unico Signore, “mite e umile di cuore”. È attendere troppo da noi stessi e dagli altri? E se ci convincessimo ad attendere questo miracolo da Colui cui nulla è impossibile? Forse scopriremmo l’essere umano così come Dio lo ha sempre pensato e voluto, a sua immagine e somiglianza, un uomo somigliantissimo al Figlio di Dio.

Enzo Bianchi