Insieme - 9


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/monast59/public_html/templates/yoo_moustache/styles/bose-home/layouts/article.php on line 44

Rocca, ottobre 2012
di ENZO BIANCHI
L’autunno, tempo che per la terra è di progressiva spogliazione e di preparazione a un riposo attivo, forse ci può offrire allora l’occasione di pensare

IL NOSTRO TEMPO

 Rocca, ottobre 2012
di ENZO BIANCHI

Siamo talmente abituati a usare la metafora delle “stagioni” per riassumere eventi e situazioni, che trascuriamo gli insegnamenti che dalle stagioni atmosferiche ci vengono: certo, la società industriale e post-industriale non ci aiuta a riconoscere e misurare lo scorrere del tempo sugli elementi naturali, ma dovremmo approfittare maggiormente dei cambiamenti nel clima, nei colori, nelle temperature, nei frutti, negli umori per riflettere sul nostro rapporto con il tempo, realtà inafferrabile che diciamo di “non avere mai”, ma con la quale abbiamo sempre a che fare.

L’autunno, tempo che per la terra è di progressiva spogliazione e di preparazione a un riposo attivo, forse ci può offrire allora l’occasione di pensare con più calma al nostro rapporto con il tempo, alla luce dell’insegnamento evangelico. Ora, l’atteggiamento cristiano nei confronti del tempo ha connotati ben definiti che prendono le mosse da un’esigenza precisa: saper giudicare il tempo, gettando la maschera ipocrita di chi sa giudicare l’aspetto della terra e del cielo ma non il proprio tempo (cf. Lc 12,56), di discernere i segni del tempo (cf. Mt 16,3) per giungere a cogliere il tempo della visita di Dio (cf. Lc 19,44).