Ama il prossimo tuo

Leggi tutto: Ama il prossimo tuo

 È il “comandamento nuovo” che umanizza e dà un significato universale a tutti gli altri che, se assunti nella loro pienezza, convergono verso questo appello unitario. Esso esprime la rottura più importante compiuta da Gesù rispetto al giudaismo: la logica della religione dei Padri si apre a una dimensione “altra”, segnando il passaggio dalla Legge mosaica alla legge dell’Amore, come presenza di Dio nella storia. Ma a chi mi faccio prossimo? È possibile oltrepassare la solitudine del singolo per aprirsi all’altro? Un comandamento difficile e quasi sempre smentito: si può non praticarlo, ma non si può negarlo e non riconoscere che ha cambiato alla radice la storia dell’uomo.

 ENZO BIANCHI
MASSIMO CACCIARI
© 2011 Il Mulino

Una lotta per la vita

Leggi tutto: Una lotta per la vita

 

 

Conoscere e combattere i peccati capitali

  Come un fratello anziano, che dopo aver a lungo camminato guardando ai maestri che lo precedevano, si volge a quanti vengono dopo di lui per offrire loro la sua esperienza, così Enzo Bianchi ci insegna l'arte dimenticata della lotta spirituale, della scelta e della resistenza alla tentazione. Il relativismo etico e la cultura imperante, fanno sognare uno stile di vita esente dal rischio e della fatica e sembrano rendere fuori luogo e fuori tempo la riflessione sulla necessità della lotta interiore. Eppure senza di essa, senza un esercizio di discernimento tra il bene e il male, non è possibile edificare una personalità umana e spirituale robusta. Per ogni credente la lotta spirituale è più che mai essenziale per pervenire a una vita piena e compiuta, per fare della propria vita un capolavoro.

ENZO BIANCHI
Una lotta per la vita
Conoscere e combattere i peccati capitali
© 2011 San Paolo Edizioni

Insieme

Leggi tutto: Insieme

La differenza cristiana
Per un'etica condivisa
L'altro siamo noi

Tre saggi di grande umanità, attraversati da una forte tensione etica, dalla consapevolezza che il dialogo tra credenti cristiani e non cristiani, tra cattolici e laici, tra italiani e "stranieri" sia un necessario intrecciarsi di linguaggi, di sensi, di culture, di etiche, un reciproco progresso, un avanzare insieme. Le riflessioni di Enzo Bianchi qui raccolte accolgono gli stimoli che vengono da eventi ordinari, ma vorrebbero aiutare a "pensare in grande", a cogliere nel frammento qualcosa del tutto, a ridare dignità e ampiezza di visione a prospettive troppo spesso tentate di ripiegarsi su un angusto cortile, a intraprendere un lavoro di apertura e ascolto nei confronti del diverso da sé. Un lavoro faticoso ma prezioso, in grado di gettare le basi per una convivenza possibile e praticabile, che apra al futuro, dia senso all'oggi ed eviti il ritorno della barbarie.

 

ENZO BIANCHI
Insieme
© 2010 Einaudi

 

Ogni cosa alla sua stagione

Leggi tutto: Ogni cosa alla sua stagione

 

  dicembre 2010

Dalla semplice cella del convento di Bose, un viaggio nei ricordi, alla ricerca dei luoghi e dei momenti  che hanno dato significato e colore alla vita di Enzo Bianchi. Raccontando l'infanzia e i giochi nel Monferrato - punto di partenza anche per Il pane di ieri -, l'isola greca di Santorini, gli anni dell'università a Torino, l'atmosfera delle feste di Natale, i sapori e i profumi della propria terra, Enzo Bianchi riflette sullo scorrere del tempo, scandito dal ciclo delle stagioni e dal ritmo dell'esistenza dell'uomo.

I giorni degli aromi.
I giorni del focolare.
I giorni del presepe.
I giorni della memoria.

Spirito e memoria, in una quieta meditazione sui luoghi e i tempi che sono riusciti a lasciare un'impronta indelebile nel cuore e nella mente. Enzo Bianchi parte alla ricerca di angoli di mondo e spazi dell'anima, per rispondere con saggezza a una domanda semplice ma profonda: «che ne è dei miei giorni?».

Enzo Bianchi
Ogni cosa alla sua stagione
© 2010 Einaudi

 

Eucaristia e Parola - Anno A

Leggi tutto: Eucaristia e Parola - Anno A

Testi per le celebrazioni eucaristiche
Anno A

a cura di ENZO BIANCHI, GOFFREDO BOSELLI
LISA CREMASCHI, LUCIANO MANICARDI

I testi raccolti nel presente volume le invocazioni penitenziali, una traccia di meditazione in vista dell'omelia, la preghiera universale e un testo patristico vogliono essere uno strumento utile per quelle parti della celebrazione eucaristica che l'ordo liturgico affida alla creatività intelligente, discreta e responsabile di chi presiede l'assemblea o di quanti animano la celebrazione stessa.

Oltre all'utilizzo nella liturgia, i testi qui proposti potranno aiutare la meditazione personale, sia come preparazione alla celebrazione comunitaria sia come ripresa e approfondimento di quanto vissuto nell'assemblea eucaristica. L'intento primo di questi testi è di far convergere i diversi interventi che si susseguono all'interno della celebrazione sul vangelo del giorno, che diviene così il testo ispiratore e unificatore di tutta la liturgia. Tale convergenza è ordinata all'ascolto e all'assimilazione della Parola di Dio proclamata in ogni Eucaristia, specie della pagina evangelica, a partire dalla quale è stato scelto sia il brano dell'Antico Testamento sia, nei tempi forti e nelle feste, quello dell'Apostolo. Suggerita dunque dallo stesso lezionario, questa convergenza potrà consentire di evitare ogni dispersione o frammentazione dei contenuti del messaggio biblico e, al tempo stesso, educare la comunità cristiana a una preghiera liturgica e personale nata dall'ascolto della Parola di Dio, così che liturgia sia la prima pedagoga della preghiera dei cristiani e, in particolare, la sinassi eucaristica domenicale assuma i tratti di un'autentica scuola di preghiera.

© 2010 Vita e Pensiero