Giornate di riflessione: Incontri a Cellole

Paul Klee, Al centro delle cose, olio su tela, 1935
Paul Klee, Al centro delle cose

Le Giornate di Incontro si svolgono attorno a temi capaci di interpellare la nostra fede e la nostra testimonianza nella compagnia degli uomini, e costituiscono un’occasione di incontro e di riflessione.

 

 

 

L’eucaristia nella vita del cristiano
Incontro con Enzo Bianchi alla pieve di Cellole 20.05.18

È ormai dominante la figura di un “cristiano a intermittenza”: indifferente all’eucaristia, egli vi partecipa ora sì, ora no, a seconda della voglia e degli impegni. Si registra una diffusa “disaffezione all’eucarestia”, che non riesce più a dare senso alla vita quotidiana.
Questa è la drammatica considerazione con cui si è aperto l’incontro di Domenica 20 Maggio 2018 tra Enzo Bianchi, fondatore della comunità di Bose, e gli ospiti della fraternità di Bose a Cellole, teso a riscoprire il valore esistenziale della celebrazione eucaristica.
Una cinquantina di persone a raggiunto la pieve di Cellole già in mattinata, condividendo così con i fratelli l’eucaristia e il pranzo. A loro si sono aggiunte nel pomeriggio altre 150 persone provenienti da tutto il Nord della Toscana, riempiendo l’antica pieve romanica in un clima di grande attenzione.
Enzo Bianchi ha mostrato come i gesti e le parole di Gesù che stanno al cuore della celebrazione eucaristica affondino le loro radici nella storia di un popolo, quello di Israele, così come nell’esperienza elementare di ogni uomo, nel suo bisogno di pane e nel suo desiderio del vino della gratuità. L’eucaristia è la vita stessa di Cristo che scorre nelle nostre vene e ci rende suo corpo; è l’unità del pane che viene spezzata per diventare pluralità, “magistero di condivisione”; è dono per i peccatori, nessuno escluso, non premio per i giusti… Perché allora non siamo più consapevoli che “Sul’altare c’è il corpo di Cristo che siamo noi” (S. Agostino)? Perché siamo così freddi tra noi, senza riconoscerci come membra gli uni degli altri (Rm 12,15)? È Forse necessario “dare una grammatica nuova alla liturgia”, perché questo mistero di vita possa parlare anche alle nuove generazioni e nutrire le loro vite.
Questa la provocazione di Bianchi che ha concluso la conferenza e aperto un lungo e ricchissimo confronto, fatto di serrate domande su temi come la comunione ai conviventi non sposati, la confessione, la condivisione con i poveri. Una riflessione che certo esige di essere vissuta prima ancora di essere conclusa.
Ringraziando per il consueto, calorosa accoglienza Enzo Bianchi ha dato appuntamento per un nuovo incontro alla pieve di Cellole per il 7 Ottobre 2018.

IL PROSSIMO INCONTRO CON ENZO BIANCHI sarà DOMENICA 7 OTTOBRE 2018

Per prenotars per questo incontro è necessario telefonare allo 0577 946057 nella fascia oraria 20.00 - 21.00 tutti i giorni escluso il martedì e il sabato; la domenica telefonate dalle 20.30 alle 21.30


 

 

Tags: preghiera, amore, morte