Messaggio di Daniel, Patriarca di Romania

XVI Convegno Ecumenico Internazionale di spiritualità ortodossa
LA PATERNITÀ SPIRITUALE NELLA TRADIZIONE ORTODOSSA
Bose, 18-21 settembre 2008
in collaborazione con le Chiese Ortodosse

+ Daniel, Patriarca della chiesa ortodossa rumenaMESSAGIO DI DANIEL, PATRIARCA DI ROMANIA
 
Messaggio di sua beatitudine il patriarca Daniel
della chiesa ortodossa rumena ai partecipanti
del XVI Convegno ecumenico internazionale di spiritualità ortodossa,
Bose (Italia), 18-21 settembre 2008 

Cari partecipanti,

è per noi una grande gioia indirizzarci a voi partecipanti a questo XVI Convegno ecumenico internazionale di spiritualità ortodossa, che ha come tema La paternità spirituale nella tradizione ortodossa.

Certo, la preghiera di Gesù Cristo nostro Signore «che tutti siano uno» è realizzata in maniera specifica da coloro che, dopo aver ricevuto la vocazione dall’alto, hanno pronunciato i tre voti monastici in vista della loro salvezza personale e di quella dei loro simili.

Così la paternità spirituale – principio fondamentale della spiritualità ortodossa – rappresenta la manifestazione del legame che esiste tra l’amore divino del Padre e l’amore divino del Figlio, comunicati agli uomini attraverso lo Spirto santo nella vita della chiesa. La paternità spirituale nella chiesa ha per fine l’orientamento dell’uomo verso la comunione salutare con la santa Trinità, assolutamente rispettosa della personalità del figlio spirituale e della sua libertà. La vera paternità spirituale aiuta l’uomo a liberarsi dalle passioni egoiste e ad acquisire la vera carità o la capacità di amare liberamente e senza interruzione Dio e il prossimo.

Nel mondo contemporaneo sempre più secolarizzato la necessità di un padre spirituale, di un uomo di Dio, diventa imperiosa, dal momento che l’uomo contemporaneo si confronta con il pericolo di perdere la propria identità spirituale, soprattutto a causa del processo di secolarizzazione, fenomeno culturale e sociale che tende a cancellare e ad appiattire tutto ciò che costituisce lo specifico spirituale religioso di una comunità. In questo contesto, il significato della paternità spirituale cristiana deve essere maggiormente approfondito e chiarito. Grazie a una paternità spirituale autentica il cristiano, sostenuto dal suo padre spirituale, può progredire nella comunione con le Persone della santa Trinità e con le persone umane all’interno della chiesa e della società.

Noi preghiamo il Signore di benedire tutti gli organizzatori e i partecipanti a questo convito spirituale e missionario, per una buona riuscita dei suoi lavori.

+ Daniel
Patriarca della chiesa ortodossa rumena

Con il sostegno di             Con il contributo di       
CSP marchio ORIZZ POS bn        regione piemonte  crt rgb 8 trasp grigio cariplo FCRB