Messaggio di Gabriele Mana, Vescovo Ordinario del luogo

XVI Convegno Ecumenico Internazionale di spiritualità ortodossa
LA PATERNITÀ SPIRITUALE NELLA TRADIZIONE ORTODOSSA
Bose, 18-21 settembre 2008
in collaborazione con le Chiese Ortodosse

Gabriele Mana, Vescovo Ordinario del luogoMESSAGGIO DI GABRIELE MANA, VESCOVO ORDINARIO DEL LUOGO

Un fraterno e intenso saluto a tutti,
ai monaci e alle monache di Bose sempre tanto ospitali
e a tutti i convenuti per questo
Convegno Ecumenico Internazionale.

Il tema di quest'anno "La paternità spirituale nella tradizione ortodossa" è di particolare attualità ed è un grande dono per l'occidente e per la nostra chiesa.

In occidente si parla sempre più di emergenza educativa e la trasmissione dei valori e della stessa fede è a rischio. Si tende, forse in modo un pò retorico e anche ipocrita, a mettere sotto accusa le nuove generazioni ritenute trasgressive e impenetrabili.
Mentre la traditio difficile, mette in luce l'inconsistenza degli adulti. I giovani hanno bisogno di modelli e soprattutto di padri. L'accompagnamento umano e spirituale è la vera urgenza. Manifesto gratitudine e ammirazione per il tema di questo Convegno ecumenico.

Sullo sfondo dei nostri lavori appare una figura familiare e amata di paternità spirituale. In tutti noi è custodita la testimonianza del metropolita Emilianos Timiadis, recentemente scomparso ma vivo nella sua testimonianza di uomo spirituale.

La paternità spirituale è accompagnamento, è testimonianza, è iniziazione, è trasmissione, è mistagogia, è cammino ascetico. Anche da questo convegno ci auguriamo un rilancio della paternità spirituale.

Gabriele Mana
Vescovo di Biella

Con il sostegno di             Con il contributo di       
CSP marchio ORIZZ POS bn        regione piemonte  crt rgb 8 trasp grigio cariplo FCRB