28 luglio

07 28 bach

Johann Sebastian Bach (1685-1750)
testimone

Vi sono cristiani che hanno reso una profonda testimonianza a Cristo con la vita, altri attraverso gli scritti e gli insegnamenti che hanno lasciato ai posteri. Johann Sebastian Bach lo ha fatto con la musica, in modo costante, per tutto l'arco della sua parabola terrena.
Bach nacque ad Eisenach, in Turingia, nel 1685, ultimo figlio di una famiglia di musicisti. Rimasto orfano a nove anni della madre e a dieci del padre, egli ebbe tuttavia un'esistenza serena, ritmata dalla propria intensa vita familiare - fu padre di venti figli - e dalla professione di organista. Dopo il liceo Johann Sebastian fu infatti organista prima ad Arnstadt, poi alla corte del duca di Weimar, e infine a Lipsia.
In vita egli fu ammirato soprattutto come esecutore, mentre le sue più grandi opere religiose, come ad esempio la Passione secondo Matteo, passarono per lo più inosservate. Nella musica Bach traspose tutti gli affetti domestici e le esperienze religiose, riuscendo a narrare in modo straordinario la bellezza della quotidianità, da lui sempre avvertita alla luce dello sguardo misericordioso del Signore.
Bach morì a Lipsia, il 28 luglio del 1750, e a poco a poco emerse la sua grandiosa e originale produzione musicale, che fu una vera e propria trasposizione musicale della vita interiore che il musicista era riuscito a coltivare nonostante la gran mole di impegni a cui mai si era sottratto.


LE CHIESE RICORDANO...

CATTOLICI D'OCCIDENTE:
Nazario e Celso, martiri (calendario ambrosiano)

COPTI ED ETIOPICI (21 abīb/ḥamlē):
Susenio l'Eunuco (V sec.) (Chiesa copto-ortodossa)
Baṣalota Mikā'el (XIII-XIV sec.) e Lā'eka Māryām (XVI sec.), monaci (Chiesa etiopica)

LUTERANI:
Johann Sebastian Bach, musicista cristiano a Lipsia

MARONITI:
Sesto concilio ecumenico (680)

ORTODOSSI E GRECO-CATTOLICI:
Procoro, Nicanore, Timone e Parmenas (I sec.), apostoli e diaconi
Vladimiro di Kiev (+ 1015), uguale agli apostoli (Chiesa russa)

SIRO-ORIENTALI:
Alfonsa dell'Immacolata concezione (+ 1946), religiosa (Chiesa malabarese)