Preghiera per il tempo di Quaresima: martedì

23 febbraio 2021

MARTIROLOGIO

Tracciandosi il segno della croce

Signore, apri le mie labbra
e la mia bocca canterà la tua lode
Dio, fa’ attento il mio orecchio
perché ascolti la tua parola.

Le misericordie del Signore non sono finite
non sono esaurite le sue compassioni
esse sono rinnovate ogni mattina
perché grande è la sua fedeltà.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito santo
com’era nel principio, ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

INNO

La luce ormai nel suo apparire
ridesta il cuore dei credenti
e il canto unanime del mondo
dà nuova forza a chi è in cammino.

La nostra lode vigilante
è come il mandorlo fiorito
che primo annunzia di lontano
il tempo della nuova messe.

La lunga strada nel deserto
richiede fede solo in Dio
speranza certa d’incontrare
il suo volto nella gloria.

Lo Sposo invita al suo banchetto
la Sposa è pronta per le nozze
ma è troppo lunga questa attesa
o Giorno eterno, vieni presto.

SALMO 42

2 Come un cervo anela
a ruscelli di acque
così la mia anima anela
a te, o Dio.

3 L’anima mia ha sete di Dio
del Dio vivente
quando verrò a contemplare
il volto di Dio?

4 Non ho altro pane che lacrime
di giorno e di notte
mentre mi si dice tutto il giorno:
«Dov’è il tuo Dio?».

5 Io mi ricordo d’un tempo
fino alla commozione,
quando avanzavo tra la folla
fino alla dimora di Dio
tra canti di gioia e ringraziamenti
di una folla festante.

6 Perché sei triste, anima mia
perché sei turbata?
spera in Dio! ancora lo celebrerò:
il volto di Dio è salvezza!

7 In me l’anima mia è turbata
e mi ricordo di te
dalla terra del Giordano e dell’Hermon
dalla mia umile collina.

8 L’abisso grida all’abisso
con fragore di cascate
tutti i tuoi flutti e le tue onde
irrompono su di me.

9 Il Signore mi concede il suo amore
durante il giorno
di notte innalzo a lui il mio canto
preghiera al Dio della mia vita.

10 Io dico a Dio: «Mia roccia
perché mi dimentichi?
perché me ne vado intristito
oppresso dal nemico?».

11 Sono colpito a morte fino alle ossa
i miei avversari mi insultano
mentre mi si dice tutto il giorno:
«Dov’è il tuo Dio?».

12 Perché sei triste, anima mia
perché sei turbata?
spera in Dio! ancora lo celebrerò
salvezza del mio volto e mio Dio!

EVANGELO

Dal Vangelo secondo Matteo - Mt 5,1-12 (Lezionario di Bose)

In quel tempo 1Vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. 2Si mise a parlare e insegnava loro dicendo:

3«Beati i poveri in spirito,
perché di essi è il regno dei cieli.
4Beati quelli che sono nel pianto,
perché saranno consolati.
5Beati i miti,
perché avranno in eredità la terra.
6Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia,
perché saranno saziati.
7Beati i misericordiosi,
perché troveranno misericordia.
8Beati i puri di cuore,
perché vedranno Dio.
9Beati gli operatori di pace,
perché saranno chiamati figli di Dio.
10Beati i perseguitati per la giustizia,
perché di essi è il regno dei cieli.
11Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. 12Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli. Così infatti perseguitarono i profeti che furono prima di voi.

Fai una breve pausa di silenzio

Se vuoi leggi il commento a questo vangelo scritto da un fratello o una sorella di Bose

CONTEMPLAZIONE

℟. Kyrie, eleison!

Signore Gesù, il tuo giogo è dolce e il tuo carico leggero:
abbi misericordia di noi
che non sappiamo portarlo. ℟.

Veniamo alla tua presenza
chiedendo pietà per noi peccatori:
donaci un cuore veramente contrito. ℟.

Noi ritorniamo a te, Signore,
come il figlio che si era perduto:
rivestici dell’abito di festa dei figli di Dio. ℟.

Ogni giorno facciamo esperienza
della tua pazienza e della tua fedeltà:
aiutaci a rinnovare il nostro amore fraterno. ℟.

Giunti al tramonto della nostra vita,
sii la nostra luce senza tramonto
e ricordati di noi quando verrai nel tuo regno. ℟.

ORAZIONE

Preghiamo:

Dio nostro Padre,
tu ci inviti a prendere ogni giorno la nostra croce
e a seguire tuo Figlio:
accorda a coloro che vivranno
nelle sofferenze questa giornata
di riconoscere colui che li ha preceduti
camminando verso la Pasqua
e concedi a noi tutti di compiere
ciò che manca nella nostra vita
alla passione di Cristo.
Egli vive e regna ora e nei secoli dei secoli.
– Amen.

PADRE NOSTRO

BENEDIZIONE

Benediciamo il Signore
– rendiamo grazie a Dio.

Il Signore renda salda la vostra vocazione
e la vostra elezione
e non vi lasci inciampare di fronte al regno
del Salvatore nostro Gesù Cristo.
– Amen.


Musica e testi:
Ecco il Signore viene, Edizioni Qiqajon
Salterio di Bose, Edizioni Qiqajon 
La preghiera dei giorni, Edizioni Qiqajon