san Silvano dell'Athos

MARTIROLOGIO

INTRODUZIONE

Signore, apri le mie labbra
e la mia bocca canterà la tua lode
Dio, fa’ attento il mio orecchio
perché ascolti la tua parola.

Padre degli orfani
e difensore delle vedove
Dio abita la dimora del suo Santo
Dio fa abitare in una casa
coloro che hanno un unico intento.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito santo
com’era nel principio, ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

INNO

Coloro che il roveto ardente ha conquistato
son radunati attorno a te nel Regno eterno
nella sete han cercato il tuo volto di luce
solo te han seguito, ora vivono in te.

Al tuo banchetto eterno vengono nel canto
trasfigurati attorno al trono della gloria
han riposto ogni attesa nell’Amore fedele
tu li colmi di luce e li fai simili a te.

L’immensa nube dei tuoi santi testimoni
eleva a te il canto nuovo senza fine:
«La salvezza è di Dio e dell’Agnello immolato
noi non siamo che servi del suo sangue innocente».

A te, o Padre, creatore d’ogni cosa
per il Signore e redentore d’ogni vita
noi quaggiù sulla terra assieme ai santi del cielo
diamo lode per sempre nello Spirito santo.

 


Antifona

La creazione attende con impazienza
la rivelazione dei figli di Dio



Salmo  98 (97) Nel Signore io trovo rifugio

Cantate al Signore un cantico nuovo
perché egli ha compiuto meraviglie
la sua destra e il suo braccio santo
hanno operato per lui la salvezza.

Il Signore ha fatto conoscere la sua salvezza
ha rivelato alle genti la sua giustizia,
egli si è ricordato del suo amore della sua fedeltà
per il popolo di Israele
e tutti i confini della terra
hanno visto la salvezza del nostro Dio.

Acclamate al Signore, terre tutte esultate,
suonate e cantate,
cantate al Signore con la cetra
sulla cetra il canto accompagnate
al suono di tromba e di corno
acclamate vostro Re il Signore.

Risuoni il mare e quanto racchiude
il mondo e i suoi abitanti
i fiumi battano le mani
danzino insieme le montagne.

[Danzino] davanti al volto del Signore
che viene a giudicare la terra
egli giudicherà il mondo con giustizia
e i popoli nella sua rettitudine.

 

Antifona
La creazione attende con impazienza
la rivelazione dei figli di Dio


CANTICO Is  40,9-11 Come un pastore egli raduna il suo gregge

Sali sull’alta montagna
messaggera di gioia per Sion
innalza con forza la tua voce,
non temere messaggera
di gioia per Gerusalemme
annuncia alle città della giudea:
«Ecco il vostro Dio!».

Il Signore Dio viene con potenza
il suo braccio è vincente
lo accompagna la sua retribuzione
lo precede la sua ricompensa.

Come un pastore egli pasce il suo gregge
con il suo braccio lo riunisce
abbraccia sul suo petto gli agnellini
si prende cura delle pecore che allattano.

Dal vangelo secondo Matteo (11,25-27)

25In quel tempo Gesù disse: «Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. 26Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. 27Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo.

Fai una breve pausa di silenzio

Se vuoi leggi il commento a questo vangelo scritto da un fratello o una sorella di Bose

CONTEMPLAZIONE

Per la tua grazia, Dio di bontà,
uomini e donne hanno ascoltato la chiamata di tuo Figlio,
hanno lasciato tutto e lo hanno seguito.

Per la tua grazia, Dio del silenzio,
uomini e donne hanno cercato la bellezza del tuo volto,
hanno amato il deserto, dove tu riveli il tuo Nome.

Per la tua grazia, Dio di luce,
uomini e donne hanno cercato di vivere il comandamento nuovo,
hanno accordato la loro mente alla loro voce nella tua lode.

Per la tua grazia, Dio di amore,
uomini e donne hanno cantato le tue meraviglie nella preghiera incessante,
hanno ricercato la comunione delle loro comunità.

Per la tua grazia, Dio di misericordia,
uomini e donne hanno vissuto ogni giorno il perdono reciproco,
hanno trovato la pace nel servizio dell’altro.

Per la tua grazia, Dio della vita,
uomini e donne sono rimasti fedeli no alla morte,
hanno ricevuto la corona di giustizia.


ORAZIONE

Dio misericordioso,
attraverso l’effusione dello Spirito santo
hai concesso a Silvano dell’Athos
di scendere con il suo spirito agli inferi senza disperare
e gli hai donato l’amore per i nemici:
per la sua testimonianza concedi anche a noi
di cantare il tuo amore
in questa vita e oltre la morte.
Per Cristo nostro Signore.
– Amen.

Ora prega il Padre nostro

Padre nostro che sei nei cieli …

Concludi facendoti il segno della croce


Per pregare con noi:
Preghiera dei giorni, edizioni Qiqajon
CD audio Ecco il signore viene