Natività di S. Giovanni il Battista, profeta

24 giugno

MARTIROLOGIO

INTRODUZIONE

Signore, apri le mie labbra
e la mia bocca canterà la tua lode
Dio, fa’ attento il mio orecchio
perché ascolti la tua parola.

Il Signore Dio
non realizza una parola
senza rivelare il suo segreto ai profeti
il Signore Dio ha parlato:
chi può non essere profeta?

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito santo
com’era nel principio, ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

INNO

Colui che veglia nella notte
precede il giorno del Messia
è lui la lampada che splende
cantiamo insieme il suo apparire.

La voce grida nella steppa
la strada aprite nel deserto
richiama tutti a conversione
proclama l’Ora dell’Agnello.

La sua lucerna già decresce
appare il Cristo luce vera
la voce giunge dello Sposo
per lui l’amico è gioia piena.

Venuta l’ora della notte
profeta vinto dal silenzio
assume i tratti dell’Agnello
precede il Servo nella morte.

A te, Signore dei profeti
a te, Parola viva e santa
a te, Parola sempre ardente
la nostra lode e il nostro canto.

Salmo  27

Il Signore è mia luce e mia salvezza
di chi avrò paura?
il Signore è la forza della mia vita
di chi avrò timore?

2 Se vengono i malvagi contro di me
per lacerarmi la carne
sono essi, nemici e avversari
a inciampare e cadere.

3 Se un’armata si accampa contro di me
il mio cuore non teme
se infuria una battaglia contro di me
anche allora ho fiducia.

4 Una sola cosa ho chiesto al Signore
questa sola io cerco:
abitare nella casa del Signore
tutti i giorni della mia vita
contemplare la bellezza del Signore
cercarne la presenza.

5 Nel giorno del male mi offre un riparo
nella sua dimora
mi nasconde nel segreto della sua tenda
sulla roccia mi innalza.

6 E ora egli rialza la mia testa
sui nemici che mi attorniano,
andrò a celebrare nella sua tenda
il sacrificio di esultanza
innalzerò un canto al Signore
con inni di lode.

7 Signore, ascolta la mia voce,
io grido pietà di me, rispondi,
8 il mio cuore mi ridice il tuo invito:
«Cercate il mio volto!»
il tuo volto, Signore, io cerco
9 non nascondermi il tuo volto!

Non scacciare il tuo servo nella collera
sei tu il mio aiuto,
non mi lasciare, non mi abbandonare
o Dio mia salvezza
10 se mi abbandonano mio padre e mia madre
mi accoglie il Signore.

11 Mostrami la tua via e guidami, Signore
sul giusto cammino,
12 se mi insidiano non mi abbandonare
alle brame degli avversari
si levano contro di me falsi testimoni
e soffiano violenza.

13 Sono certo di contemplare la bellezza del Signore
sulla terra dei viventi
14 spera nel Signore, sii forte,
rinsalda il cuore spera nel Signore.

VANGELO DEL GIORNO

Dal vangelo secondo Luca - Lc 1,57-66.80 (Lezionario di Bose)

In quel tempo 57 per Elisabetta si compì il tempo del parto e diede alla luce un figlio. 58I vicini e i parenti udirono che il Signore aveva manifestato in lei la sua grande misericordia, e si rallegravano con lei. 59 Otto giorni dopo vennero per circoncidere il bambino e volevano chiamarlo con il nome di suo padre, Zaccaria. 60 Ma sua madre intervenne: «No, si chiamerà Giovanni». 61 Le dissero: «Non c'è nessuno della tua parentela che si chiami con questo nome». 62 Allora domandavano con cenni a suo padre come voleva che si chiamasse. 63 Egli chiese una tavoletta e scrisse: «Giovanni è il suo nome». Tutti furono meravigliati. 64 All'istante gli si aprì la bocca e gli si sciolse la lingua, e parlava benedicendo Dio. 65 Tutti i loro vicini furono presi da timore, e per tutta la regione montuosa della Giudea si discorreva di tutte queste cose. 66 Tutti coloro che le udivano, le custodivano in cuor loro, dicendo: «Che sarà mai questo bambino?». E davvero la mano del Signore era con lui. 80 Il bambino cresceva e si fortificava nello spirito. Visse in regioni deserte fino al giorno della sua manifestazione a Israele.

INTERCESSIONE

℟. Amen, amen. Alleluja!

O Cristo, noi ci rallegriamo
per la nascita di Giovanni il Precursore,
il messaggero inviato da Dio davanti al tuo volto. ℟.

Su di lui è sceso lo Spirito fin dal grembo di sua madre,
lo Spirito che ti ha generato nel grembo di Maria. ℟.

Come David ha danzato davanti all’arca dell’alleanza,
così Giovanni ha danzato davanti a te,
Presenza di Dio nel mondo. ℟.

Nuovo Elia le cui parole erano fiamme di fuoco,
ha preparato un popolo ben disposto per la tua venuta. ℟.

Ha vissuto nel deserto l’attesa di Israele,
come amico dello Sposo ha gioito della tua presenza. ℟.

ORAZIONE

Dio onnipotente ed eterno,
tu hai voluto la nascita di Giovanni il Battista
per preparare al Cristo un popolo ben disposto:
concedici di accogliere il suo invito alla conversione
e di seguire l’esempio della sua vita,
vissuta nell’attesa del tuo regno.
Per Cristo nostro Signore.

– Amen.

PADRE NOSTRO

BENEDIZIONE

Benediciamo il Signore
– rendiamo grazie a Dio.

Il Signore ci consoli in ogni nostra tribolazione,
affinché possiamo anche noi consolare
chi si trova nella prova.

– Amen.


Per pregare con noi:
Preghiera dei giorni, edizioni Qiqajon
CD audio Ecco il signore viene