Slideshow in home page Bose

Bose è una comunità di monaci e di monache appartenenti a chiese cristiane diverse che cercano Dio nell'obbedienza al Vangelo, nella comunione fraterna e nel celibato. Presente nella compagnia degli uomini si pone al loro servizio.


Vangelo del giorno

Incontro, invio, nella debolezza

25 gennaio 2021

L’esperienza della debolezza. Tutto questo nella consapevolezza della propria debolezza. Con Paolo possiamo sottoscrivere: “Noi però abbiamo questo tesoro in vasi di creta” (2Cor 4,7), non ci resta che offrirgli la nostra debolezza perché in essa appaia la potenza del Cristo (cf. 2Cor 12,7-10). Così come non ci resta che offrire la nostra infedeltà ai suoi perdoni, per sempre nuovi cominciamenti. Chiese unite nel sapersi umanità incontrata e inviata ad annunciare il vangelo di Dio che è Cristo, in una debolezza e in una infedeltà aperta al “Ti basta la mia grazia” (2Cor 12,9), la mia forza e il mio perdono.

Lo spazio della cura

ADESSO

Abbiamo chiesto ad alcuni amici e amiche di scrivere delle parole a questo futuro, al “noi” che vive già ora la grande avventura di ciò che diventeremo, il futuro di un anno nuovo, il 2021. Un dono che ci hanno fatto e che noi condividiamo con voi su queste pagine che vogliono essere “spazio che cura” in vista del diffondersi di “una cultura della cura". Iniziamo oggi con un testo inedito scritto per tutti noi da Mariangela Gualtieri. Buon futuro che inizia adesso!

Adesso è forse il tempo della cura.
Dell’aver cura di noi, di dire
noi. Un molto largo pronome
in cui tenere insieme i vivi,
tutti: quelli che hanno occhi, quelli
che hanno ali, quelli con le radici
e con le foglie, quelli dentro i mari

Per pregare con noi

Preghiera dei giorni: lunedì (III)

25 gennaio 2021

Signore che doni la luce
e vinci la notte del mondo
riuniti nell’unica lode
accoglici come tuoi figli.

Ospitalità

Tempo di silenzio e solitudine

Venerdì 01 Gennaio 2021

Cari amici e ospiti,
l’ospitalità presso la nostra comunità rimane chiusa per un tempo di silenzio e di ritiro. È possibile la partecipazione alle liturgie comunitarie nel rispetto delle disposizioni ministeriali in vigore, atte a contrastare la diffusione del Covid-19.

Vi accompagniamo attraverso il ricordo fraterno e con la preghiera, in particolare per quanti maggiormente patiscono in questo difficile frangente e per coloro che lavorano ad alleviarne le sofferenze. Ci affidiamo anche noi alla vostra preghiera per vivere tutti insieme questo tempo con fiducia cristiana.

Nella solitudine e nella semplicità operosa
il Signore ci conceda di rinnovare le forze
e attingere luce per il cammino.