images/newsletter/ecumenismo/18_03_FE_finestra_ecumenica_testata_2018.jpg

Finestra ecumenica è anche una newsletter mensile di informazione e formazione su quanto accade nelle Chiese cristiane con una nostra lettura degli eventi ecumenici più significativi. Particolare attenzione è data alle realtà ecclesiali e monastiche con cui da sempre si è intrecciata la nostra storia di comunità ecumenica.  

Se desideri ricevere via email Finestra ecumenica iscriviti alla lista Finestra ecumenica - Dialogo tra le chiese.

Unità nella diversità. Un’esperienza ecumenica africana

Leggi tutto: Unità nella diversità. Un’esperienza ecumenica africana

Luglio 2018

Kate Davson* per Finestra ecumenica
*Presidente internazionale emerito dell’IEF - Ambasciatrice emerita per l’Africa

L’International Ecumenical Fellowship è un’organizzazione di base fondata, come molte altre organizzazioni ecumeniche, più di cinquant’anni fa nel clima euforico del concilio Vaticano II, con il motto “Vivi oggi la chiesa di domani”. È difficile dispiegare la sua enigmatica missione nello spazio di un breve articolo ma, in poche parole, si tratta dell’esperienza vissuta da cristiani di diverse nazionalità e appartenenze ecclesiali che, attraverso l’incontro nella preghiera, nella liturgia, nello studio e nella comunione fraterna hanno ricevuto la rivelazione di “essere una sola cosa”.

Continua la lettura

Un viaggio fraterno nei monasteri ortodossi romeni

Leggi tutto: Un viaggio fraterno nei monasteri ortodossi romeni

Da molti anni la nostra comunità intrattiene rapporti di amicizia e fraternità con la Chiesa ortodossa romena. Sin dagli anni ’70, ancora sotto il regime comunista, fratel Enzo ebbe occasione di viaggiare per i monasteri in terra romena. I contatti proseguirono negli anni ’80 e ’90, e diversi fratelli e sorelle sostarono nei monasteri di Agapia, Varatec, Neamţ, Sihastria, Secul, Craşna ed ebbero occasione di incontrarsi con monaci, monache, vescovi della chiesa ortodossa romena e con il patriarca Teoctist.

Continua la lettura

Pierre Duprey: Una vita per la koinonia, la comunione ecclesiale

Leggi tutto: Pierre Duprey: Una vita per la koinonia, la comunione ecclesiale

Luglio 2018

ABCDell'Ecumene

Frans Bouwen, m.afr. per Finestra ecumenica

Dalla figura di Pierre Duprey, poi del vescovo Mons. Duprey, emergono due tratti salienti, che caratterizzeranno sempre la sua vita, il dono di saper accogliere e l’ottimismo. Più che di ottimismo, si dovrebbe parlare di speranza. Un ottimismo invincibile, ma tutt’altro che ingenuo. La sua volontà di andare avanti e di ricercare nuove vie verso la comunione era soprattutto frutto di una speranza profondamente radicata in una fede solida, e costantemente vissuta in stretta relazione con la Chiesa. Sulla strada verso la comunione, si è imbattuto in resistenze e incomprensioni, che avrebbero fatto capitolare ben altri pionieri dell’ecumenismo. Non nascondeva a se stesso le difficoltà, ma la sua speranza era più forte, e lo induceva a inventare sempre altre possibilità, da esplorare e perseguire.

Continua la lettura

Papa Francesco pellegrino al Consiglio Ecumenico delle Chiese

Leggi tutto: Papa Francesco pellegrino al Consiglio Ecumenico delle Chiese

Giugno 2018

“Ho desiderato venire qui, pellegrino in cerca di unità e di pace”, così papa Francesco ha riassunto stile e intenti della sua visita a Ginevra lo scorso 21 giugno, in occasione del 70° anniversario del Consiglio Ecumenico delle Chiese (CEC). Desiderio, pellegrinaggio, ricerca, unità e pace: questi gli assi portanti di un evento che il Segretario generale del CEC, il pastore luterano norvegese Olav Fykse Tveit non ha esitato a definire “pietra miliare” sul cammino ecumenico. Un evento a cui un nostro fratello ha avuto il dono di poter partecipare, come segno della fraterna collaborazione instaurata da diversi decenni tra il nostro Monastero e il CEC.

Continua la lettura

Verso un’Attica più verde. Preservare il pianeta e proteggere i suoi abitanti

Leggi tutto: Verso un’Attica più verde. Preservare il pianeta e proteggere i suoi abitanti

Giugno 2018

IX Convegno internazionale ecologico del Patriarcato Ecumenico

Il congresso ha avuto inizio con una sessione tenutasi nell’auditorium del museo dell’Acropoli martedì 5 giugno. “La crisi ecologica ha rivelato che il nostro mondo costituisce un tutt’uno, e che i nostri problemi sono universalmente condivisi” ha detto il patriarca ecumenico nel suo discorso d’apertura. “La distruzione dell’ambiente naturale può essere evitata solo con un cambio radicale della nostra prospettiva verso la natura, che risulti da un cambio radicale del nostro comprenderci come esseri umani.

Continua la lettura