san Gregorio Magno

10e353f3afa5dd1f48497daa48adaf13.jpg

3 settembre

MARTIROLOGIO

INTRODUZIONE

Signore, apri le mie labbra
e la mia bocca canterà la tua lode
Dio, fa’ attento il mio orecchio
perché ascolti la tua parola.

Vi darò pastori secondo il mio cuore
vi guideranno con sapienza e intelligenza
allora voi vi moltiplicherete
e darete frutto sulla terra.

Gloria al Padre e al Figlio
e allo Spirito santo
com’era nel principio, ora e sempre
nei secoli dei secoli. Amen.

INNO

Coloro che il roveto ardente ha conquistato
son radunati attorno a te nel Regno eterno
nella sete han cercato il tuo volto di luce
solo te han seguito, ora vivono in te.

Al tuo banchetto eterno vengono nel canto
trasfigurati attorno al trono della gloria
han riposto ogni attesa nell’Amore fedele
tu li colmi di luce e li fai simili a te.

L’immensa nube dei tuoi santi testimoni
eleva a te il canto nuovo senza fine:
«La salvezza è di Dio e dell’Agnello immolato
noi non siamo che servi del suo sangue innocente».

A te, o Padre, creatore d’ogni cosa
per il Signore e redentore d’ogni vita
noi quaggiù sulla terra assieme ai santi del cielo
diamo lode per sempre nello Spirito santo.

 

SALMO 63

1 Salmo. Di David. Quando era nel deserto della Giudea.

2 O Dio, dall’aurora io ti cerco
il mio essere ha sete di te
a te, mio Dio, anela la mia carne
in terra deserta, arida, senza acqua.

3 Per questo ti contemplo nel Santo
per vedere la tua forza e la tua gloria:
4 il tuo amore vale più della vita
sei tu la lode delle mie labbra.

5 Ti benedirò con tutta la mia vita
solleverò le mie mani al tuo Nome
6 sarò saziato come a un banchetto
la mia bocca ti loderà nella gioia.

7 Sul mio letto mi ricordo di te
medito su di te nelle veglie notturne:
8 sì, sei tu il mio aiuto
esulto all’ombra delle tue ali
9 il mio essere aderisce a te
la tua destra mi abbraccia e mi sostiene.

10 Ma quelli che cercano la mia rovina
scenderanno nelle profondità della terra
11 consegnati in balia della spada
diventeranno preda di sciacalli.

12 Il Re Messia gioirà in Dio
chi dice il vero sarà glorificato perché verrà chiusa la bocca
a quelli che dicono menzogne.

VANGELO DEL GIORNO

Dal Vangelo secondo Luca - Lc 22,24-32 (Lezionario di Bose)

In quel tempo nacque tra i discepoli una discussione: chi di loro fosse da considerare più grande. 25Egli disse: «I re delle nazioni le governano, e coloro che hanno potere su di esse sono chiamati benefattori. 26Voi però non fate così; ma chi tra voi è più grande diventi come il più giovane, e chi governa come colui che serve. 27Infatti chi è più grande, chi sta a tavola o chi serve? Non è forse colui che sta a tavola? Eppure io sto in mezzo a voi come colui che serve.
28Voi siete quelli che avete perseverato con me nelle mie prove 29e io preparo per voi un regno, come il Padre mio l'ha preparato per me, 30perché mangiate e beviate alla mia mensa nel mio regno. E siederete in trono a giudicare le dodici tribù d'Israele. 31Simone, Simone, ecco: Satana vi ha cercati per vagliarvi come il grano; 32ma io ho pregato per te, perché la tua fede non venga meno. E tu, una volta convertito, conferma i tuoi fratelli».

Se vuoi leggi il commento a questo vangelo scritto da un fratello o una sorella di Bose

CONTEMPLAZIONE

Cristo ha dato se stesso per la chiesa
– per presentarla a sé santa e irreprensibile.

℟. Lode a te, Signore Gesù!

Pastore eterno,
hai affidato le tue pecore a uomini da te scelti,
affinché nessuno le strappi dalla tua mano:
noi ti adoriamo. ℟.

Custode del gregge,
hai manifestato la forza del tuo amore e del tuo perdono
attraverso pastori che ci guidano nel tuo Nome:
noi ti lodiamo. ℟.

Medico delle nostre vite,
hai fasciato la pecora ferita e curato quella malata
attraverso pastori che stanno in mezzo al tuo gregge:
noi ti benediciamo. ℟.

Maestro buono,
hai istruito la tua chiesa con cose nuove e cose antiche
attraverso sapienti che spezzano la Parola ai fratelli:
noi ti glorifichiamo. ℟.

Pastore dei pastori,
hai pregato perché chi presiede nella carità
confermi i fratelli nella fede:
noi ti ringraziamo. ℟.

Agnello diventato Pastore,
hai voluto i pastori quali testimoni delle tue sofferenze,
li hai resi partecipi della gloria
che deve manifestarsi:
noi oggi esultiamo di gioia. ℟.

Esprimi nel segreto una tua invocazione.

PRGHIERA

O Dio,
che hai guidato la tua chiesa
con la dolcezza e il vigore di Gregorio Magno,
dona il tuo Spirito di sapienza
a quelli che hai posto come guide del tuo popolo,
e la crescita spirituale dei fedeli sarà la gioia dei pastori
quando apparirà il Pastore supremo,
Gesù Cristo, nostro Signore,
che vive e regna ora e nei secoli dei secoli.
– Amen.

PADRE NOSTRO

BENEDIZIONE

Benediciamo il Signore
– rendiamo grazie a Dio.

Il Signore Dio, che è stato nostro pastore
da quando esistiamo fino a oggi
e che ci ha sempre liberati da ogni male,
ci benedica e ci protegga.
– Amen.


Musica e testi:
Ecco il Signore viene, Edizioni Qiqajon
Salterio di Bose, Edizioni Qiqajon
La preghiera dei giorni, Edizioni Qiqajon